top of page

Galateo: Le Mani della Sposa

La fede è l’unica vera protagonista dell’evento nuziale, nessun altro accessorio o decorazione come braccialetti, si possono utilizzare.


Ecco perché è importante che le mani della sposa, siano ben curate e che vengano utilizzati smalti trasparenti o rosati, in modo da mettere in risalto la fede nuziale.

Quindi, sono assolutamente abolite ricostruzioni in gel elaborate, con decori, troppo lunghe e colorate.


Se sono previsti i guanti, questi verranno indossati soltanto entrando in chiesa, poi verranno sfilati per permettere allo sposo, di poter infilare la fede alla sua amata sposa.

I guanti, se presenti, verranno indossati soltanto entrando in chiesa e verrano sfilati davanti all’altare, appoggiandoli sull’inginocchiatoio, proprio per permettere allo sposo, di poter infilare la fede alla sua amata sposa.

Terminata la cerimonia le mani della sposa rimarranno sempre scoperte, per mettere in risalto la fede.

Assolutamento NON indossare l’anello di fidanzamento il giorno delle nozze.

Come sappiamo, l’anello di fidanzamento si porta sullo stesso dito della fede e solo al giorno prima del matrimonio.

Durante la cerimonia nuziale, è preferibile lasciarlo a casa, proprio per lasciare spazio alla fede

Soltanto il giorno successivo al matrimonio, può essere nuovamente indossato, affiancando la fede nuziale.

La fede simboleggia la perfezione del cerchio. Viene portate all’anulare sinistro, poiché anticamente si pensava che in quel dito, passasse la vena del cuore.


saba wesser

EVENT MANAGER

Saba Wesser


Nata a Genova, di nobili origini etiopi, Saba ha da sempre seguito lezioni di buone maniere sin dalla sua infanzia grazie all'istruzione di un'educatrice privata. Nel corso degli anni, ha trasformato questa passione per l'eleganza in una carriera, diventando istruttrice di galateo e bon ton. Prima di dedicarsi completamente a questo campo, Saba ha intrapreso una carriera come modella e presentatrice, abbandonandola nel 2008 per approfondire gli studi come modellista e designer di moda.I suoi interessi la hanno portata a frequentare l'istituto turistico e alberghiero durante la giovinezza, ma è stato il suo amore per i viaggi a definire gran parte del suo percorso. Con 48 traslochi alle spalle, ha vissuto in molte parti del mondo, arricchendo la sua prospettiva personale, culturale e formativa.Oggi, dopo anni di esperienze all'estero, Saba è ritornata nella sua Liguria natale, dedicandosi all'event management, all'insegnamento di corsi di galateo e consulenze. La sua versatilità emerge anche nella sua veste di conduttrice e produttrice del format "PONENTE", che si occupa di marketing territoriale, dimostrando la sua continua dedizione al mondo delle buone maniere e al progresso della sua comunità locale. 

bottom of page