top of page

I MIEI CORSI DI ETIQUETTE

Aggiornamento: 13 ago 2023

In questo articolo vorrei raccontare, in cosa consiste il mio corso di buone maniere.

Dimentica i vari corsi di GALATEO e BON TON che trovi in giro, e facciamo un bel passo indietro nel tempo…

Una volta, l’istruzione era preclusa alle signorine. (Donne).

All’inizio del Novecento, le scuole di buone maniere, erano frequentate soprattutto dalle figlie aristocratiche e borghesi, facenti parte a quella che era chiamata la “buona società europea”.

Solo dunque, le famiglie benestanti e di rango superiore, potevano permettersi una scuola o, un’istruttrice privata a palazzo, e quindi, le figlie fortunate, potevano imparare a scrivere e a leggere, cosa che veniva negata alle persone di classe sociale inferiore.

Quest’ultime, dovevano lavorare nelle cucine o al servizio delle famiglie aristocratiche, e forse un pó più fortunate, rispetto a chi invece, finiva in giri ben diversi…

L’istruzione delle prime, prevedeva anche la formazione e crescita personale, fiducia e consapevolezza di sé stesse, apprendere le buone maniere a tavola, l’arte della conversazione, come sorridere, parlare diverse lingue straniere (importante perché le figlie a quell’epoca, erano anche una merce di scambio per stringere accordi – matrimoni importanti e politici, con qualche rampollo nobile, o più semplicemente, l’istruzione, innalzava il proprio livello culturale).

Doveva sapere andare a cavallo, ricamare, ma soprattutto, era un ‘corso’ su come trovate il miglior marito papabile.…

Più la ragazza era bella, ricca, istruita e più aveva chance a trovare il “buon partito” da sposare.


saba wesser

Lo scopo, era proprio quello di prepararle ad una adeguata vita in società.

Il famoso ‘debutto in società‘…

Nonostante negli ultimi decenni, le buone maniere sono state snobbate o addirittura dimenticate, facendo passare il Galateo, come qualcosa di vecchio, obsoleto e démodé, in certi ambienti esclusivi, sono ancora in molti a portare avanti la buona Etiquette. E per fortuna!

Questo codice di comportamento non scritto, viene però messo in opera, nell’alta società o nei circoli più esclusivi ancora oggi.

Il ‘Savoir Vivre’, è un modo di vivere elegante, raffinato, educato, dove le persone possono incontrarsi in determinate occasioni mondane, serata di gala in abiti da sera, mantenendo vivi i rapporti sociali, le relazioni, (quelle che contano davvero), discutendo di affari importanti per raggiungere accordi commerciali e politici.

saba wesser

Io stessa, sin da piccola, oltre le scuole private, avevo due istruttori dopo la scuola, che mi impartivano lezioni di lingue, di computer, di geografia e di filosofia.

Di seguito, anche psicologia. Ho imparato a tagliare e cucire (successivamente ho frequentato la scuola da designer di moda), insomma, una signorina perbene, doveva avere tutte quelle nozioni, quelle peculiarità e quelle capacità, per puntare dritto ad un glorioso futuro.

A 3 anni, ero già in televisione e sfilavo con le modelle dell’epoca, tra trucco, tacchi e portamento, il senso della bellezza e dell’estetica, hanno sempre fatto parte della mia vita.

Scordiamoci jeans, tute e sneaker…

A tavola ci si alzava solo quando tutti avevano terminato il proprio pasto.

Ci si rivolgeva agli adulti , rigorosamente dando del lei, e in certe famiglie, lo si dava anche ai propri genitori.


saba wesser, consulenza, corso di galateo

Nel mio corso non parleremo soltanto di come apparecchiare la tavola (mise en place), di come fare le presentazioni o di come vestirsi, ma verranno svolte lezioni sull’arte del vivere a 360 gradi.

Come camminare sui tacchi, la postura, il portamento ed essere pura luce, in ogni circostanza. Gli argomenti da affrontare sono davvero tanti, per migliorare il proprio stile di vita e non solo.

…L’arte del vivere o in francese il ‘Savoir Vivre’ – il saper vivere…

I valori e i principi, fulcro della nostra esistenza, saranno le basi fondamentali.

Una donna di stile e di classe, a tutti gli effetti.

Risulta decisamente piacevole frequentare persone ben educate, ben vestite, in ordine e pulite, che sappiano comportarsi a seconda delle situazioni, parlare in modo corretto e con un tono di voce gentile. Insomma, persone di classe.

Quante volte ti è mai capitato di pensare ‘che brutti modi che ha questa persona?’

La verità è che queste regole e questo stile di vita, sono davvero preziose per i nostri rapporti sociali.

Per questo, dare una buona impressione, ci distingue dalla massa, dai maleducati e dalle persone arroganti, da chi non sa comportarsi in società o di chi sbraita per la strada.

Esistono dei corsi di Etiquette in tutto il mondo, frequentati soprattutto da ereditiere americane o asiatiche, donne in carriera, CEO di grandi società, figlie di oligarchi russi o di imprenditori arabi, che hanno deciso di raffinare le proprie maniere e aprirsi la strada verso un futuro ancor più radioso.

Non si tratta semplicemente di un corso di buone maniere, ma di un’autentica scuola di vita.

Parleremo anche di Business Etiquette, ovvero l’insieme delle Regole di Comportamento da sviluppare nel mondo degli affari, una realtà fondamentale e da non sottovalutare.

Nei miei corsi di Business Etiquette, andremo ad affrontare tutte le argomentazioni, riguardanti a come comportarsi ad ogni occasione lavorativa in modo appropriato, e come saperla gestire.


saba wesser, consulenza, corso di galateo

EVENT MANAGER

Saba Wesser


Di origini nobili etiopi, sin da piccola ha seguito 'lezioni di buone maniere” da un'educatrice privata,


Con il passare degli anni, Saba, impartisce corsi di galateo e bon ton, sia presso un'emittente locale ligure che presso l'Università di Arenzano, Borghetto Santo Spirito, Toirano, Loano... Non solo ex modella, ma anche modellista e designer di moda presso l'istituto Burgo. Da giovane ha frequentato anche l'istituto turistico e alberghiero. I viaggi sono la sua passione, e le hanno permesso di arricchire il suo percorso personale, culturale e formativo.


Oggi Saba, dopo i suoi innumerevoli spostamenti in giro per il mondo, aver vissuto molto all'estero, è tornata nel 2022 in Liguria, dove si occupa di event management, organizzazione di eventi, corsi di galateo, consulenze ed è conduttrice per Zenazone.

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page