top of page

Sui Tetti della Cattedrale di San Lorenzo a Genova

Aggiornamento: 4 dic 2023

Oggi vogliamo farvi vedere Genova da un punto di vista diverso, quello dei tetti che coprono la Cattedrale, tra le due torri e la cupola.

Una volta entrati nella Cattedrale bisogna varcare una porta e poi si inizia a salire. Dopo la prima parte della scala a chiocciola della torre maggiore, si accede alla Tribuna del Doge, dalla quale si può ammirare tutta l’architettura delle tre navate. Si prosegue la salita per giungere nella sala comandi delle campane detta sala dei seminaristi. Attraversando e passando sul colmo del tetto in facciata si passa alla loggia privata dei Cardinali da dove si beneficia di una prospettiva unica della città’ e del suo porto.

saba wesser, cattedrale di genova

Nella seconda parte del video percorrendo via di Scurreria, si arriva a Palazzo Imperiale, che si trova a Campetto, che vedremo nella prossima puntata.

Segnaliamo che esiste un biglietto combo per fare entrambe le visite, per informazioni: https://www.torrisanlorenzogenova.it/

Il Duomo è intitolato a San Lorenzo Martire e custodisce le ceneri del patrono della città San Giovanni Battista, giunte a Genova alla fine della Prima Crociata. La facciata presenta splendidi portali gotici, che sono un unicum in Italia, per i quali furono chiamate maestranze francesi nel terzo decennio del XIII secolo.

Tra il 1307 e il 1312 si completò la facciata e si iniziò l’elevazione del campanile destro. Nel 1455 si realizzò la loggia sulla torre sinistra (luogo della visita) e nel 1522 venne aggiunto il coronamento manierista a quella di destra, completandola.

Nel XVI secolo ci fu un’esplosione del deposito delle polveri, vicino al Palazzo Vescovile, e le coperture presbiteriali e absidali del duomo furono gravemente danneggiate. Alla fine del XVII secolo, l’abside venne decorata con le Storie di San Lorenzo da Lazzaro Tavarone, in un tripudio di stucchi dorati.

Tra il 1894 e il 1900 l’edificio venne restaurato sotto la direzione dell’architetto Marco Aurelio Crotta e con l’alto controllo di Alfredo d’Andrade.

Durante la seconda guerra mondiale, Genova dovette subire moltissimi bombardamenti. Nel 1941, precisamente il 9 febbraio, durante un bombardamento della flotta inglese, un proiettile sfondò il tetto della Cattedrale ma rimane miracolosamente inesploso. Un vero miracolo! Il tetto venne successivamente la copia esatta di questa bomba la potete trovare nella navata di destra all’interno della Cattedrale.

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page